Come Funziona Sazolene®

Come funziona Sazolene®?

Il meccanismo di rilascio dell’azoto, diversamente da altre tecnologie di Azoto a lenta cessione, avviene attraverso un processo di biodisponibilità dovuta all’azione microbica nel terreno (mineralizzazione).

 

Il Sazolene® è una fonte di carbonio organico (energia vitale) e azoto (nutriente) per la popolazione microbica del terreno. A differenza di altre tecnologie, Sazolene® non inibisce l’attività microbica del terreno (responsabile dei naturali processi di mineralizzazione) ma al contrario sostiene e migliora lo sviluppo e la naturale fertilità del suolo poiché è fonte di carbonio organico e azoto.

 

Diversamente dai prodotti che usano la tecnologia di ricopertura (coated fertilizer) la caratteristica di lenta cessione del Sazolene® non viene pregiudicata nel caso di rottura dei granuli o di crepe del rivestimento (coating) a causa della movimentazione o durante l’utilizzo. Il rilascio graduale del Sazolene® è infatti assicurato anche in caso di rottura dei granuli, evitando drastiche perdite di azoto. L’utilizzo di metilen-urea permette quindi di sostenere la popolazione microbica benefica del terreno, responsabile dei naturali processi di mineralizzazione (scomposizione delle catene polimeriche in singole unità di urea).

 

I fattori che controllano la crescita radicale e lo sviluppo delle piante ( principalmente umidità e temperatura) sono gli stessi che regolano l’attività dei microorganismi: ciò significa che l’azoto del Sazolene® è reso disponibile quando le condizioni per lo sviluppo radicale e per la crescita vegetale sono ottimali (il rilascio del Sazolene® è in sincronia con le esigenze della coltura).

 

Di conseguenza il Sazolene® aiuta a proteggere dall’inquinamento di nitrati nelle falde acquifere e mantiene l’Azoto disponibile nel profilo del terreno esplorato dalle radici. Questo meccanismo assicura una uniforme e sostenuta crescita della pianta anche in condizioni di elevata temperatura o forti precipitazioni, poiché il rilascio dell’ Azoto non dipende direttamente solo da temperatura o da fenomeni di idrolisi essendo una fonte di azoto lentamente solubile in acqua.

Slide Slide Slide

Come utilizzare Sazolene®?

Sazolene® è utilizzato principalmente come materia prima per la produzione di concimi a lenta cessione azotati (N) , binari (NP, NK) o ternari (NPK) per fornire una parte o tutto l’azoto sotto forma di lenta cessione (metilen urea).
Grazie alla forma sferica e alla diverse granulometrie disponibili è un componente ideale nella produzione di concimi ottenuti per miscelazione. Sazolene® può essere anche utilizzato per la produzione di concimi granulati o compattati utilizzando la granulometria chip (0,4 mm) oppure utilizzando le granulometrie maggiori (2 o 3,5 mm) nel caso in cui il processo di partenza preveda la macinazione delle materie prime utilizzate.

 

Grande efficienza si può ottenere miscelando Sazolene® con altre fonti di azoto prontamente solubile.

 

Sazolene® può essere anche utilizzato direttamente per apportare l’azoto necessario alle colture in un’unica applicazione o per integrare le concimazioni con prodotti tradizionali a pronto effetto. Miscelando opportunamente Sazolene® con altre materie prime è possibile ottenere una ampia gamma di formulazioni NPK con contenuto variabile di azoto a lenta cessione

Per quali applicazioni utilizzare Sazolene®?

I prodotti della gamma Sazolene® hanno caratteristiche di rilascio dell’azoto talmente uniformi e sicure che sono ottimali per molteplici applicazioni. Sazolene® può essere utilizzato infatti sia per colture agricole di pieno campo, in orticoltura e frutticoltura (colture alimentari) sia che per tappeti erbosi, paesaggismo, floro vivaismo e piante ornamentali (colture non alimentari) e in tutti i casi di nuove installazioni. I prodotti a base di Sazolene® facilitano un graduale rilascio dell’azoto in armonia con le naturali richiesta di azoto da parte delle piante.

I vantaggi

  • Riduce le perdite di Azoto disponibile per le piante
  • Elimina inquinamento da nitrati nelle falde acquifere
  • Incrementa la naturale fertilità del suolo
  • Elimina effetti di fitotossicità e ustioni fogliari
  • Favorisce un maggiore sviluppo radicale
  • Massimo indice di uniformità ( U.I.)
  • Rilascio dell’azoto da 12 settimane a 10 mesi
  • Prodotto scorrevole con bassa tendenza all’impaccamento
  • Riduzione del numero di applicazioni